rubens-portrait

Christie’s ha da poco annunciato un altro grande colpo per le sue prossime aste, ma questa volta per le aste di Luglio di Old Master: si tratta di un Rubens, stimato ben 3 milioni, un ritratto della figlia che ha avuto però una storia alquanto controversa di attribuzioni, smentite e riattribuzioni che portò però il MET di NY pochi anni fa a metterlo sul mercato, ma poi scoprire tramite il nuovo acquirente e la pulitura che fece fare dell’opera che, pare, fosse invece proprio  un Rubens originale. Diverso però è stato il racconto dell’opera e della relativa vicenda,  da parte dell’ufficio stampa di Christie’s rispetto a quello offerto dal Financial Times

Secondo Christie’s infatti, l’ufficio stampa ha annunciato che la casa d’aste offrirà un  Ritratto di Clara Serena, la figlia dell’artista firmato Peter Paul Rubens nella prossima Old Masters Evening Sale del  5 Luglio a Londra, durante il Classic Week e  con una stima di £3-5 milioni. Opera mai pensata dall’artista per essere esposta al pubblico, quest’opera in realtà esemplare offre un interessante sguardo nella vita privata dell’artista. L’opera sarà in esposizione a  New York fino al 5 Maggio, poi andrà in mostra a Hong Kong dal 24 al 28 Maggio, prima dell’esposizione finale a Londra prima dell’asta.

Henry Pettifer, Head of Old Master Paintings,  a Christie’s Londra ha affermato :“Questo dipinto di Rubens di un membro della sua famiglia, così libero e audace rispetto aquelli per la sua clientela benestante, rappresenta uno dei migliori risultati dell’artista nell’ambito del ritratto. La spontanea somiglianza con Clara Serena, la sua unica figlia fatta con la moglie Isabella Brant,  fu dipinta intorno al periodo della sua precoce morte all’età di 12 anni, ed è straordinaeua poet la sua intimità e eterno fascino. La sua comparsa sulmercato avviene dopo una serie di esposizioni di alto profilo fatte frail  the Rubenshuis a Antwerp e la Scottish National Gallery di Edimburgo, ed è il primo lavoro davvero importante di Rubasche finisce i asta da Christie’s a Londra, dalla sua ultima vendita record nel Luglio 2016 con  Lot and his Daughters ”.

Tuttavia, il Financial Times, ha presentato in modo molto meno romantico e meno intrigante l’opera, ponendo in evidenza piuttosto questa ambigua storia di mentite attribuzioni e riattribuzioni, dalla sua vendita da parte del MET anni fa. Di fatto, in una perizia del lavoro nel 1940 da parte dello storico dell’arte  Julius Held, il Met aveva concluso che l’opera era solo di un “seguace di Rubens”,e l’aveva messa in vendita nel  2013 con una stima di soli $20,000-$30,000per fare nuove acquisizioni. Tuttavia la competizione in asta l’aveva fatto salire al prezzo di  $626,500,  segnale abbastanza chiaro di un forte interesse da parte di alcuni acquirenti che avevano probabilmente già avuto il sospetto che si trattasse invece proprio di un lavoro molto più di valore dello stesso Rubens. Infatti l’acquirente lo fece poi pulire, e dopo la rimozione di alcuni strati di sporco e deposito di polveri, gli stessi storici dell’arte confermarono che si trattata in tutto e per tutto di un vero Rubens.

Quindi, in conclusione,pare proprio che il MET all’epocabbia perso un vero e proprio capolavoro, a causa deoliberrori degli “esperti”, che ora torna sul mercato a disposizione di un nuovo importante acquirente che sappia però resta volta acquistarselo per il suo reale valore a 66 cifre.

Rubens painting that fooled the Met goes up for sale  (Financial Times)




Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *